Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione - PROVE INVALSI

Circolare N. 65 del 19-mar-2018

L’articolo 7 del decreto legislativo n. 62/2017 ha previsto che gli alunni delle classi 3^ della scuola Secondaria di 1° grado partecipino, entro il mese di aprile, alle prove nazionali di Italiano, Matematica e Inglese predisposte dall’INVALSI.

 

            In questo Istituto le prove INVALSI si svolgeranno nel periodo compreso tra il 9 e il 21 aprile 2018. Successivamente saranno comunicate le date esatte per ciascuna prova.

La partecipazione alle prove è requisito di ammissione all’esame, ma non influisce sul voto finale.

            Per gli alunni assenti per gravi motivi documentati è prevista l’organizzazione di una sessione suppletiva che si svolgerà con le stesse modalità previste per le sessioni ordinarie.

 

            L’introduzione delle prove INVALSI somministrate tramite computer (CBT - computer based testing) per la classe terza secondaria di primo grado tiene conto della fase di loro prima applicazione, utilizzando metodologie e strumenti che consentano di fornire agli alunni la possibilità di conseguire risultati positivi e che diano loro il giusto riconoscimento delle competenze acquisite durante il percorso scolastico.

            Proprio in questa prospettiva, il tempo di svolgimento delle prove è stato incrementato di 15 minuti ciascuna (90 minuti per ogni prova). Inoltre, le prove CBT di aprile 2018 avranno circa il 10% in meno di domande rispetto alle prove cartacee degli anni passati.

            Per quanto riguarda i contenuti della prova d’Italiano e di Matematica, essi sono in perfetta continuità con quelli delle prove degli anni passati, mentre quelli della prova d’Inglese sono in linea con quanto previsto dal QCER (Quadro Comune Europeo di Riferimento delle lingue, livello A1 e A2).

            Per gli alunni con disabilità possono essere previste adeguate misure compensative o dispensative, predisposti specifici adattamenti della prova ovvero disposto l’esonero dalla prova. Mentre per gli alunni con DSA, possono essere adottati adeguati strumenti compensativi coerenti con il piano didattico personalizzato e/o prevedere tempi più lunghi per lo svolgimento delle prove.

            La certificazione delle competenze rilasciata al termine del primo ciclo è integrata da una sezione, predisposta e redatta a cura dell’INVALSI, in cui viene descritto il livello raggiunto dall’alunno nelle prove a carattere nazionale per Italiano e Matematica e da un’ulteriore sezione in cui si certificano le abilità di comprensione ed uso della lingua inglese.


Scarica circolare in formato pdf